RIDUZIONE DEL TASSO INAIL – CONTRIBUTI PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE

MODELLO OT24 PER IL 2018: COME CHIEDERE LA RIDUZIONE DEL TASSO INAIL

Disponibile il modello OT24 per il 2018 che i datori di lavoro possono utilizzare per chiedere la riduzione del tasso medio di tariffa INAIL dopo il primo biennio di attività. Per ottenere lo sconto dei premi assicurativi l’azienda deve adottare, entro il 31 dicembre 2017, interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro. Il modello deve essere inviato telematicamente entro il termine del 28 febbraio 2018.

L’INAIL ha pubblicato, sul proprio portale internet www.inail.it, il nuovo modello OT24 per ottenere la riduzione del tasso 2018 prevista per i datori di lavoro che adottano misure di prevenzione ed igiene sul lavoro. Le misure da adottare entro il 31 dicembre 2017 devono essere migliorative rispetto a quelle minime previste dal DLgs. 81/2008.
Gli interventi effettuati dovranno essere provati attraverso la trasmissione della documentazione probatoria indicata nel modello e nelle istruzioni per la sua compilazione. Anche il modello 2018 contiene l’autocertificazione, ai sensi del D.P.R. 445/2000, relativa all’adozione delle misure minime ed all’attuazione dei miglioramenti nell’anno 2017.

Scarica il modello e scopri le novità per il 2018. Pianifichiamo insieme gli adempimenti per la riduzione del tuo tasso Inail.

 

 

CONTRIBUTI PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE NEL SETTORE DELL’AUTOTRASPORTO

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 17 agosto 2017, il decreto 7 luglio 2017 contenente le modalità operative per l’erogazione dei contributi a favore delle iniziative di formazione professionale nel settore dell’autotrasporto per l’annualità 2017. Possono beneficiare dei contributi in argomento, nonché delle azioni di formazione professionale previste, le imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi, a condizione che i titolari, soci, amministratori, nonché dipendenti o addetti (inquadrati nel contratto collettivo nazionale logistica, trasporto e spedizioni), prendono parte ad iniziative di formazione o aggiornamento professionale, generale o specifico, finalizzate: i) all’acquisizione di competenze adeguate alla gestione d’impresa ed alle nuove tecnologie; ii) allo sviluppo della competitività; iii) all’innalzamento del livello di sicurezza stradale e di sicurezza sul lavoro. Per accedere ai contributi per le nuove azioni di formazione professionale, le domande devono essere presentate dal 25 settembre 2017 ed entro i termine perentorio del 27 ottobre 2017, in via telematica. Le specifiche modalità per l’invio delle domande saranno pubblicate dall’11 settembre 2017, sul sito del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, nella sezione Autotrasporto merci - Documentazione - Autotrasporto contributi ed incentivi.

Non rientrano tra le iniziative agevolabili, invece:
- i corsi di formazione finalizzati all’accesso alla professione di autotrasportatore e all’acquisizione o al rinnovo di titoli richiesti obbligatoriamente per l’esercizio di una determinata attività di autotrasporto;
- l’attività formativa necessaria alle imprese per conformarsi alla normativa nazionale obbligatoria in materia di formazione.

 

 

VALUTAZIONE DEI RISCHI RILEVANTI PER L'ETA'

Quali sono le implicazioni per la salute di una forza lavoro che invecchia? Come si fa a sostenere una buona capacità di lavoro negli ultimi anni della vita lavorativa? Che cosa sappiamo di invecchiamento e lavoro a turni? Quali azioni sono necessarie nei luoghi di lavoro per sostenere i lavoratori anziani?

Un manuale della Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione ha pubblicato un manuale che evidenzia la complessità dell’interazione tra invecchiamento e lavoro. CLICCA QUI per scaricare il manuale. Viene condiviso anche un utile modello per la valutazione automatica per il rischio legato all'invecchiamento. Clicca qui per scaricare il modello di valutazione.

I commenti sono chiusi